La bellezza degli elementi nelle meravigliose terre della Basilicata, cuore d’argilla

Inediti acquarelli di Fabrice Moireau e racconti in poesia di Calr Norac vanno a braccetto, in viaggio per le meravigliose terre della Lucania, nell’elegante cornice della Casa Editrice Menabò Creazioni D’Arte. 


Due artisti diversi che raccontano le proprie suggestioni nei paesaggi del Sud, in un viaggio che tocca le centinaia di paesini che punteggiano la Lucania, già recentemente al centro Europa grazie alla proclamazione di Matera capitale della cultura. Un racconto fresco ed attuale, quanto originale e bello, perché generato dalla genuinità di immagini, parole, storie, carta e inchiostro. 

Il Volume “Basilicata terra aria fuoco e cuore d’argilla” dipinge orizzonti, campanili, torri che diventano opere d’arte nella sensibilità dell’arista, alla quale fa eco la poesia nelle voci e nelle storie dei personaggi, che per millenni hanno popolato queste piccole terre, intrise di tanto differenti culture, che fanno la ricchezza della civiltà dell’uomo e una potente eredità che ancora oggi apre al dialogo. Tra i resti del tempio di Hera, nel Metaponto, dove “vedrai il Basento, mite fiume che scorre come una vela, fluido tra i ciottoli come una canzone sempre nuova… ti sentirai a casa tua e altrove, nel momento presente e fuori dal tempo…” o ancora nella splendida Tursi “Venuto come per magia dalla leggenda della greca Pandosia, il santuario di Santa Maria di Anglona esiste davvero…pagine di pietra sopra un bestiario simile a teste di marionette che da secoli recitano il loro ruolo…” il lettore è proiettato nelle storie e nella terra di questa straordinaria Regione. Centinaia di acquarelli che ritraggono paesaggi montani, vallate, piccoli corsi d’acqua, rovine, chiese, tetti di dimore addossate una all’altra, punteggiate da una miriade di finestre che si affacciano ad ammirare il susseguirsi di colli, di cime e di vicoli scoscesi, stretti, nel Potentino come nel Materano, nella pianura Ofantina come nella valle del Melandro o del Noce, fino al paese degli ulivi alle pendici delle dolomiti Lucane. 
Il volume, nell’elegante formato quadrato di 27.5*27.5 cm, cartonato e rilegato a filo refe, è stato stampato dalla Grafica Metelliana di Salerno su carta Munken Lynx da 150 grammi. La superficie naturale ed appena lisciata di Munken Lynx è piacevole al tatto nello scorrere delle pagine e risponde proprio come una tela alle macchie d’inchiostro della mano dell’artista, nelle delicate tinte pastello degli acquarelli variopinti e sfumati, eppure con un dettaglio quasi fotografico che ricorda il viaggio del pittore con verace accuratezza. Il colore naturale infatti è ritratto fedelmente grazie ad una genuina profondità di campo creata dal supporto autentico della carta, ecologica e rispettosa dell’ambiente.  

La casa editrice Menabò creazioni d’arte nasce proprio dal ventre della Basilicata, in un silenzio protettivo ma denso di storia e di storie, baricentro di tutto il Mediterraneo. Dalle affinità elettive di una Regione che ancora testimonia le litanie dei monaci bizantini come il passo marziale dei normanni, questa nuova casa editrice fa libri consolidando con passione l’amore per la bellezza, impresso sulla pelle di ogni pagina. 

Per ulteriori informazioni www.menaboart.it 

lunedì, 5 lug, 2021